Home / cronache / Donna ingerisce verme solitario per dimagrire

Donna ingerisce verme solitario per dimagrire

teniaIl sovrappeso (come tanti altri difetti fisici) può essere fisicamente dannoso e limitante ma può anche essere demoralizzante, può limitare la vita sociale dell’individuo e originare malesseri psicologici e stress emotivi.
In questo senso dimagrire deve rappresentare uno sforzo positivo volto al miglioramento della propria condizione fisica e psicologica. Al contrario è del tutto errato e dannoso cercare di dimagrire ad ogni costo anche a rischio di rovinare la propria salute!
Qualunque dieta dovrebbe essere orientata ad un dimagrimento sano, equilibrato, controllato e gestito in base alle esigenze e caratteristiche psicofisiche individuali.
Fare scelte “estreme” per tentare di dimagrire a tutti costi può essere molto pericoloso, talvolta si può rischiare anche la morte.
È comparsa oggi sul news.com.au la notizia di una donna che ha inghiottito una Tenia nel disperato tentativo di perdere peso.
La “Dieta della Tenia” è una vecchia follia assolutamente pericolosa, dannosa e insensata.
Le Tenie sono vermi parassitari che si annidano nell’intestino umano e lì, sfruttando il cibo ingerito dall’uomo, crescono e prolificano. Se la Tenia teniadepone le sue uova può letteralmente dare origine ad un’infestazione parassitaria all’interno dell’organismo. Difatti le larve, nate dalle uova schiuse, hanno la capacità di aggredire organi e tessuti così le Tenie potrebbero lacerare l’individuo dall’interno e causarne persino la morte. Non è infatti un caso che le Tenie siano classificati come parassiti.
Le Tenie sono parassiti aggressivi e spesso latenti.
La letteratura medica racconta di casi di infestazioni di Tenie apparentemente asintomatiche (sintomi come perdita di peso e mal di testa possono passare infatti inosservati), per cui il soggetto aggredito dai parassiti potrebbe apparire “sano”.
Malgrado le apparenze, le Tenie di fatto si insinuano, mangiano e crescono a discapito dell’uomo e, se non vengono fermate, all’improvviso uccidono. E ci sono casi di morti improvvise ricondotte solo in seguito proprio a questi vermi.
Stando alla notizia riportata da news.com.au la tenia vermedonna avrebbe ordinato la sua tenia via internet. Una simile facilità di accesso a questi pericolosi parassiti è inquietante.
Solo dopo l’ingestione del parassita la signora, pentita e spaventata, si sarebbe rivolta al suo medico.
Liberarsi dalla Tenia non è cosa facile, lo stress per il corpo umano può essere forte e talvolta insostenibile.
Storie come questa meritano di essere divulgate per evitare che facili e velleitari miti sul dimagrimento veloce ed assicurato ingannino qualche persona “dispera

vitadadonna.com