Home / curiosità / Patrick Ulmer,l’imprenditore specializzato nel creare e mantenere le bugie

Patrick Ulmer,l’imprenditore specializzato nel creare e mantenere le bugie

Patrick Ulmer,un  intraprendente imprenditore tedesco, si è lanciato in un settore assolutamente innovativo. Non si tratta di tecnologia né di prodotti legati all’ambiente o alle energie alternative. La sua azienda è specializzata nel creare bugie.

liesI servizi offerti alla sempre più numerosa clientela sono, per esempio, finti messaggi telefonici, organizzazione di vacanze inesistenti e gestione di indirizzi postali inventati. In poche parole tutto quello che può servire a costruire o mantenere una seconda vita.
La bizzarra idea di Ulmer sta avendo un rapido successo. Come si può immaginare, infatti, sono tanti quelli che hanno bisogno di nascondere particolari più o meno grandi della propria vita a parenti, amici e colleghi. C’è chi, perfino, deve barcamenarsi tra due mogli, ognuna delle quali naturalmente ignara di condividere il proprio marito con un’altra donna. Storie all’apparenza tratte dai film, ma in realtà ben presenti dietro la coltre di ipocrisia e perbenismo della quotidianità. Ecco perché non desta una grande sorpresa che creare bugie è un affare così redditizio che il lungimirante imprenditore tedesco ha già dovuto aprire una filiale della sua azienda in Austria. Chissà che fra non molto tempo la geniale attività di Ulmer non giunga anche in Italia.
Chi sta già storcendo il naso e magari pensa all’ennesima dimostrazione del declino della società moderna, forse non sa che la bugia ha anche un’importante funzione evolutiva e sociale. E’ uno degli strumenti principale per la crescita intellettiva del bambino. Gli stessi genitori, spesso inconsapevolmente, la utilizzano come innocente metodo educativo. Insomma dire bugie dovrebbe essere rivalutato, almeno in parte. Ci permette di tornare, in un certo senso, alla nostra infanzia, periodo quasi sempre ricordato con nostalgia perché legato alla spensieratezza.
Se state cercando lavoro e ancora non vi siete convinti sulle ‘virtù’ del non dire la verità, sappiate che ci sono altre ‘strane’ attività a cui potete rivolgere la vostra attenzione. Secondo recenti indagini, tra i lavori più pagati del 2013, infatti, ci sono il cuoco nei sommergibili, il cacciatore di taglie o il manichino umano. Certo, per farli probabilmente dovrete spostarvi in Australia o negli Stati Uniti d’America. Ma i compensi prospettati, fino a 200mila dollari l’anno, dovrebbero compensare la lontananza da casa. Sempre che non si tratti dell’ennesima bugia.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi